Sovicille: Pieve allo Spino (San Giovanni Battista)

La  Pieve di San Giovanni, le cui origini risalgono a circa il 1050, sorge nei pressi di due torrenti (ora completamente prosciugati), lo Spino e le Macchie. Il luogo era una tappa (mansium ad sextum) della strada imperiale che collegava la consolare Cassia con l’Aurelia, partendo da porta San Marco (a Siena), dirigendosi per Costalpino, proseguendo per Radicondoli  e Montieri.

Di stile romanico, la Pieve è costruita con bozze di arenaria. Il complesso originario doveva essere fortificato: lo stesso campanile, probabilmente, in origine, era una torre preesistente e inglobata durante un ampliamento in epoca medioevale.

Attraverso l’arco si giunge nel cortile, dove si scorgono feritoie ed archibugiere.

Nel 1950 fu riportato alla luce un piccolo chiostro, che faceva da cornice ad un elegante palazzo, sede estiva dei vescovi ,con finestre e bifore, tipicamnete senesi.

Nel sottosuolo della corte sono stati rinvenuti pregiati mosaici romani di età imperiale, la cui estensione si presume prosegua fino al livello del pavimento della chiesa.

Il luogo dunque offre ancora tanti spunti di curiosità….

Share

Leave a Reply

*